Islanda



Islanda

Agosto 1999

Io e Paola abbiamo scelto questo viaggio 20 giorni prima della partenza, se avessi saputo cosa avremmo visto in questa terra, avrei sicuramente affrontato questo viaggio molto tempo prima. L’Islanda offre panorami unici, dai ghiacciai  che arrivano fino al mare ai deserti di lava, dai vulcani ai geyser, una natura incontaminata che domina questa isola con ghiaccio, fuoco e vento.

Siamo atterrati alle tre del mattino all’aeroporto di Reykjavik e abbiamo preso bus che ci portava in centro città chiedendo all’autista se conosceva qualche posto aperto per passare quel che restava della notte, ci portò all’ostello di Salvation Army (esercito della salvezza). Qui prendemmo una camera per 1400 corone islandesi a testa che al favorevole cambio attuale sono circa 10€. Al mattino facemmo colazione nella sala comune dell’ostello, molto accogliente e frequentatissimo. Prima di lanciarci alla visita della città, dovevamo affittare l’auto, visitare l’Islanda con un mezzo proprio è fondamentale, l’ideale sarebbe un fuoristrada per poter accedere a tutte le zone che difficilmente, con un auto normale si potrebbero raggiungere soprattutto in caso di pioggia, l’unica strada che è possibile percorrere senza problemi e la strada costiera nonostante sia in gran parte sterrata, i mezzi pubblici sono poco indicati per raggiungere  i punti di maggior interesse. Presso una agenzia di noleggio affittiamo una Micra per 3700 Corone al giorno (comprensivi di 100 hm + 28 corone per ogni chilometro eccedente) per il fuoristrada ci avevano preventivato una spesa di 130€ al giorno e visto che dovevamo affittarlo per 18 giorni, 2340€ era fuori dalla nostra portata, inoltre nessuna agenzia affittava l’auto a chilometraggio illimitato ma includeva nella spesa giornaliera 100 km con un sovrapprezzo per ogni chilometro aggiuntivo, fate bene i calcoli dei chilometri che volete percorrere, la spesa può diventare importante. Per le zone che non saremmo riusciti a raggiungere con l’auto, ci saremmo affidati a delle escursioni organizzate. Consiglio di farvi dare due ruote di scorta.

Reykjavik è una città molto tranquilla, si trasforma nel week end dove l’alcool scorre a fiumi, ma per chi viaggia non costituisce un problema, l’Islanda non conosce criminalità.

Islanda 01

La mattina presto partiamo per visitare Gullfoss, una spettacolare cascata soprannominata “la regina di tutte le cascate islandesi”.

Islanda 03

Proseguiamo la  giornata dirigendoci a  Geysir, 100 km da Reykjavik, zona geotermica dove scaturiscono i caratteristici geyser (Geysir e Strokkur) .

Islanda 02

Islanda 04

Islanda 05

 

Pernottiamo all’ostello Geysar (1400 Corone a testa, e ceniamo per 560 corone). Il giorno seguente, visto che il tempo prometteva bene e nonostante ci fosse stato sconsigliato, con la nostra Micra ci dirigemmo a Landmannalaugar, capimmo subito il motivo per cui ci sconsigliarono di percorrere questa strada con una macchina normale la strada e parecchio accidentata, ma fortunatamente dopo qualche ora arrivammo a destinazione, speravamo che non piovesse nei giorni a venire altrimenti il ritorno sarebbe stato impossibile, ci accampammo all’arrivo vicino rifugio visto che era pieno, ci permise solo di usufruire della cucina per prepararci la cena.

Islanda 06

Questo magnifico luogo, assolutamente da non perdere, comprende la più grande zona geotermica d’Islanda. Il paesaggio unico è dato da una serie di montagne di riolite, materiale che le rende variopinte, e da continue zone di fumarole che si incontrano camminando. Siamo stati due giorni in questo luogo camminando tra queste montagne e salendo in cima ad alcune rimanendo affascinati dai colori più svariati, la sera ci rilassavamo in una pozza riscaldata geo termicamente che si trova poco distante dal campeggio.

Islanda 14

Islanda 13

Islanda 09

Islanda 10

Lasciamo questo luogo per dirigerci verso lo Skaftafell National Park  dove ci attende il più grande ghiacciaio europeo, il Vatnajokull, lungo 135 Km e largo 100 KM con uno spessore medio è di 600-800 metri con un massimo di 1000 nella parte centrale.

Islanda 17

Islanda 15

Troviamo da dormire in un abitazione di una signora che affittava posti letto in una posizione spettacolare da cui si ammirava il ghiacciaio (1000 corone a testa).

Islanda 18

Senza troppa difficoltà si possono seguire dei sentieri che portano in punti panoramici per vedere il ghiacciaio. La prossima tappa, che non dovete perdere è Jokulsarlon Una laguna che si trova ai  piedi del Vatnajokull, un luogo magico dove potete ammirare le profonde acque  in cui galleggiano numerosi iceberg dai riflessi azzurri, alcuni dei quali striati da nera sabbia lavica, raggiungiamo Stafafell dove alloggiamo all’ostello (1300 corone a testa).

Islanda 16

Islanda 19

Il giorno seguente raggiungiamo il lago Myvatn (lago del moscerino) dove alloggiamo nell’ostello (1300 corone) tre notti. Questo lago è  interessate da esplorareper i  crateri, lecolate laviche,  le sorgenti geotermali e  i torrenti, sperate che ci sia il vento perché appena l’aria si ferma, milioni di moscerini vi circonderanno, negli shop per turisti trovate delle retine da mettere in testa per proteggervi, altamente consigliate. Il giorno seguente ci aggreghiamo ad un tour per il vulcano Askjia nell’entroterra, visto che con l’auto sarebbe impossibile raggiungere. Veniamo caricati su dei fuoristrada con dei pneumatici maggiorati, costo del tour 5800 corone. Prima di raggiungere il vulcano ci fermiamo per visitare le cascata di Dettifoss, cascata con la maggiore portata d’acqua dell’europa, impressionante. Finalmente dopo quattro ore di strada raggiungiamo il vulcano Askjia, nel centro dell’isola, il panorama è spettacolare con le sue distese enormi di lava pietrificata ha un fascino davvero ineguagliabile.

Islanda 22Islanda 26
Questo vulcano attivo ha eruttato l’ultima volta nel 1981 ed è costituito da tre caldere, all’interno di una di esse si è formato un laghetto di acqua calda in cui bagnarsi, il cratere Viti, un cratere con un’acqua turchese, non abbiamo resistito siamo scesi e ci siamo immersi in questa acque calde, un tour che dovete assolutamente fare.

Islanda 25 Islanda 27

Islanda 21

Un’altra escursione nelle vicinanze del lago è l’area vulcanica di Krafla di una bellezza stupefacente; è un vulcano inattivo, ma con un ribollio visibile nelle acque superficiali ed è avvolto da uno scenario variopinto dalla natura.

Islanda 24

Il giorno seguente raggiungiamo Akureyri, dove troviamo l’ostello (1200 Corone) da qui si possono visitare le cascate Goðafoss. Di nuovo un auto per raggiungere Siglufjordur una delle città più belle dell’Islanda, situata accanto ad un piccolo fiordo, avevamo un ostello, vicino alla città, che si affacciava sulla baia e comodamente seduti in poltrona si potevano ammirare le foche.

Rientrammo alla capitale per passare gli ultimo due giorni e confrontarci con altri viaggiatori conosciuti nell’ostello. E’ un viaggio che consiglio agli amanti della natura e degli spazi aperti.

 

Consigli Utili

  • Fatevi consegnare due ruote di scorta
  • Fate il pieno di carburante appena possibile
  • Sulle strade sterrate rispettate i limiti di velocità

 

Informazioni utili

sislanda

bislanda

Nome in lingua locale: Lydveldid Island

Governo: Repubblica presidenziale

Superficie (Km²): Km 102.819

Popolazione: 276.000

Densità (abitanti per Km²): 3 ab. Per Km2

Capitale: Reykjavik

Lingue utilizzate: Islandese

Religioni: Luterana 95% Cattolici 1%

Gruppi etnici: Islandesi 96% Danesi 0,8% Svedesi 0,5% Tedeschi 0,3%

Moneta: Nuova Corona Islandese

Fuso orario: 0

Prefisso telefonico: 00354

Corrente elettrica: 220V 50 Hz C , F

Ambasciate e consolati in Italia:
Via A.Maffei, 1 20135 Milano Tel.02/55195387
Via Flaminia,441 00196 Roma Tel.06/3231840

Ambasciate e consolati in loco:
Reykjavik – Hafnarf Jördur Bankastraeti 7a, 121 – Postboks 16 – Reykjavik
Tel 00354 5624042
Fax 5624004

Documenti necessari per l’accesso:
Sono sufficienti la carta d’identità o il passaporto, per viaggiare occorre la carta di circolazione e la carta verde è obbligatoria.

Itinerario

 

Itinerario Islanda

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.