Romantische Strasse in bicicletta 6



Romantische Strasse in bicicletta

Romantische Strasse in bicicletta

1° giorno: Füssen – Schongau  61 km

2° giorno: Schongau – Landsberg/Lech  40 km

3° giorno: Landsberg/Lech – Augsburg  64 km
4° giorno: Augsburg – Donauwörth  55 km

5° giorno: Donauwörth – Nördlingen 40 km

6° giorno: Nördlingen – Dinkelsbühl 42 km

7° giorno: Dinkelsbühl – Schillingsfurst   45 km

8° giorno: Schillingsfurst – Rottingen  50 km

9° giorno: Rottingen  – Tauberbischofsheim  45 km

10 giorno: Tauberbischofsheim – Würzburg 35 km

Km 480 + Giro al Lago di Costanza 63 km Totale 550

Agosto 2005

Quest’anno ripetiamo l’esperienza delle vacanze in bicicletta visto che il viaggio in Ungheria in bici ci ha entusiasmato. Siamo solo io e Paola a lanciarci in questo viaggio. Caricate le bici in auto ed i relativi bagagli, partiamo i primi di agosto da Torino per raggiungere Fussen in Baviera sotto una pioggia torrenziale che ci accompagnerà tutto il viaggio. Decidiamo di percorrere questa famosa strada partendo da Fussen per arrivare a Würzburg. Normalmente questo itinerario viene proposto in senso inverso con partenza da Würzburg, noi per comodità abbiamo scelto di partire da Fussen, in primo luogo perché più vicina a Torino e poi perché pensavamo erroneamente che partendo da Fussen che si trova in montagna ci fossero più tratti in discesa, non avevamo preso in considerazione il vento del nord che tutte le mattina verso le 10 si alzava ed inesorabilmente soffiava contro la nostra direzione.

Arriviamo a Fussen in serata e troviamo da dormire in un bed and breakfast. In Germania dormire presso le abitazione che offrono una camera è decisamente conveniente, mediamente spendevamo 35/40 € a camera compresa la colazione che era abbondantissima e ci permetteva di prepararci un paio di panini che sarebbero tornati utili durante la pedalata, molti bed and breakfast sono visibili durante il tragitto, altrimenti presso l’ufficio del turismo troverete indicazioni e potrete prenotarli senza difficoltà. La sera cenavamo spesso nelle birrerie che con 10/15 € a testa riuscivano a placare la fame dopo una giornata passata pedalando. Fussen ha un incantevole centro storico e gode di una posizione straordinaria offrendo panorami stupendi creati dall’incontro di montagne, laghi e colline.

1° giorno: Füssen – Schongau  61 km

Al mattino ci svegliamo e la pioggia non cessava di cadere, aspettiamo sino alle 11 che smettesse di piovere e dopo aver parcheggiato l’auto in una strada secondaria, montiamo le bici, i bagagli e cominciamo la nostra avventura. Dopo 5 minuti di pedalata ricomincia a piovere, ormai siamo partiti ci mettiamo le mantelline e proseguiamo il viaggio raggiungendo il vicino castello di Neuschwanstein.

Romantic Strasse 07

Questo castello è spettacolare, fatto costruire dal “re matto Ludovico ” Ludwig II, è il castello che un bambino può immaginare leggendo le fiabe, difatti Walt Disney lo prese come modello per i castelli di alcuni tra i suoi più celebri film d’animazione: “Biancaneve e i sette nani”, “Cenerentola”, “La bella addormentata nel bosco”. Le sale interne, riccamente arredate, sono un omaggio al genio musicale di Richard Wagner: “Tannhäuser”, “Lohengrin”, “Tristano e Isotta”, “I maestri cantori di Norimberga” e il “Parsifal”, un inno al romanticismo e alle antiche leggende germaniche. Continuiamo la pedalata in un continuo sali e scendi in un panorama stupendo circondati dalle montagne. La pista ciclabile è ottimamente segnalata e spesso ci porta in strade sterrate in mezzo ai boschi. A Wies vale la pena visitare la basilica (1746-1754), esempio del miglior rococò europeo. Raggiungiamo la nostra meta, troviamo da dormire presso l’Hotel Alte Post per € 65 per la doppia. Dopo esserci asciugati visitiamo la cittadina dall’aspetto medievale racchiusa da mura con torri e porte d’accesso.

2° giorno: Schongau – Landsberg/Lech  40 km

Dopo una abbondante colazione ci rimettiamo in sella, il cielo è coperto ma fortunatamente non piove, prosegue il tratto collinare di questo itinerario raggiungendo il fiume che la pista ciclabile costeggia, anche oggi un po’ di pioggia l’abbiamo presa, ma il sole ci accoglie all’arrivo a Landsberg, pittoresca cittadina adagiata sulla riva del fiume Lech e situata all’incrocio della romana Via Claudia con l’antica Via del Sale, conserva tuttora l’impronta medievale grazie alle sue fortificazioni e torri.

Romantic Strasse 10

3° giorno: Landsberg/Lech – Augsburg  64 km

Tappa prevalentemente pianeggiante, la pista ciclabile, spesso sterrata, attraversa boschi e parchi. Una bella tappa immersa nel verde. Ausburg (Augusta) è la terza città più grande della Baviera, dopo Monaco e Norimberga.; fondata dall’imperatore Augusto nel 15 a.c. Tra le cose interessanti da vedere la Mozarthaus – nella Frauentorstraße 30, si trova la casa dove nacque il 14 novembre 1719 Leopold Mozart, padre del grande Amadeus. Ospita una interessante mostra sulla storia della famiglia Mozart, nonché quadri, cimeli, lettere ed arredi. Piacevole anche passeggiare nell Fuggerei, un quartiere circondato da mura all’interno della città, voluto da Jakob Fugger nel 1514, che mise a disposizione per le spese di costruzione 10.000 fiorini del suo immenso patrimonio, è un quartiere nato per ospitare gli abitanti cattolici della città poveri o indigenti, e far anche produrre loro lavoro in qualità di artigiani, salariati, ecc. onde evitargli di continuare a vivere di elemosina.

Romantic Strasse 01

4° giorno: Augsburg – Donauwörth  55 km

Questo tratto si snoda tra strade secondarie che collegano vari paesi secondari sino a raggiungere Donauwörth che sorge su una collina alla confluenza del Danubio con il Wörnitz. Quì la Romantiche Strasse si incrocia con la ciclopista del Danubio (un lungo e frequentatissimo percorso ciclabile che, partendo dalle sorgenti del fiume, attraversa Germania ed Austria arrivando, oltre Vienna, fino ai confini con l’Ungheria, parte di questo tragitto lo abbiamo percorso l’anno precedente visitando l’Ungheria).

5° giorno: Donauwörth – 40 km

Tratto abbastanza in piano  a parte ad Harburg dove bisogna salire per visitare l’imponente castello Burg. Bellissima la citta di Nördlingen, un vero gioiello medioevale, è l’unica cittadina tedesca che ha una cinta muraria interamente percorribile con un camminamento protetto intervallato da 15 torri.

6° giorno: Nördlingen – Dinkelsbühl 42 km

Questo tratto della pista ciclabile è tutto un Sali e scendi collinare in mezzo ai boschi e campi e pochi passaggi nei paesi. Dinkelsbühl è una pittoresca cittadina situata nell’idilliaca valle del fiume Wörnitz. Nel centro storico circondato dalla cinta muraria, con le sue 16 torri e 4 porte, si trovano numerose e ben conservate case a graticcio.

Romantic Strasse 03

7° giorno: Dinkelsbühl – Schillingsfurst   45 km

La nostra meta era Rottemburg ma abbiamo passato la giornata passata a pedalare sotto la pioggia che ci ha costretto di fermarci a Schillingsfurst 17 chilometri prima di Rottemburg. Schillingsfurst

 è un paesino senza attrattive particolari c’è un castello da poter visitare ed una bella caffetteria con dei dolci strepitosi.

Romantic Strasse 08

8° giorno: Schillingsfurst – Rottingen  50 km

Partiamo al mattino avvolti nella nebbia ma per fortuna non piove, ci sono molti sali e scendi tra le colline. A metà strada ci fermiamo per visitare Rothenburg ob der Tauber una bella cittadina medievale molto turistica piena di alberghi e ristoranti. Da non perdere la Marktplatz (piazza del mercato), da sempre luogo principale della vita cittadina anche grazie alla presenza del Rathaus (municipio). Il grande edificio è caratterizzato da due differenti stili architettonici: una parte risale al periodo gotico mentre la facciata principale sulla Marktplatz è in stile rinascimentale. Un altro vanto della città si trova nella Herrngasse 1: è il negozio di giocattoli e articoli natalizi fondato nel 1977 dalla famiglia Wohlfahrt.

Romantic Strasse 04

9° giorno: Rottingen  – Tauberbischofsheim  45 km

Partiamo di nuovo avvolti nella nebbia con un susseguirsi di salite e discese, raggiungiamo la cittadina di Tauberbischofsheim, situata nella “dolce valle del Tauber”, è molto pittoresca che con le sue case a graticcio tipiche della Franconia. Ci rilassiamo al sole in uno dei numerosi locali all’aperto bevendo un’ottima birra che ovviamente in Baviera non manca mai.

Romantic Strasse 05

Romantic Strasse 02

10 giorno: Tauberbischofsheim – Würzburg 35 km

Il percorso è più faticoso del previsto, pieno di salite tra le colline, anche il tempo non è dei migliori, dopo qualche incertezza sulla strada per le indicazioni poco chiare raggiungiamo Würzburg, visto che comincia a piovere decidiamo di andare alla stazione e prendere i biglietti del treno per Fussen. Partenza alle 14.45 arrivo alle 20 facendo due cambi del treno. Tutti i treni hanno il reparto per le bici il prezzo era di 3€ per la bici e  13 € per persona. All’arrivo a Fussen recuperiamo la macchina e cerchiamo da dormire senza successo, dobbiamo uscire dalla città per trovare un albergo.

11° Giorno

Il giorno seguente visto che continuava a piovere decidiamo di spostarci sul lago di Costanza per riposarci qualche giorno. A Lindau, tramite l’ufficio del turismo, troviamo da dormire vicino a Friedrichshafen per 35 € a notte, è abbastanza lontano dalla città ma ora abbiamo l’auto.

12° Giorno Giro del lago 63 km

Prendiamo le bici e seguiamo la ciclabile per Immentraad costeggiando il lago e visitando le belle località come Meersburg e Überlingen. Una giornata rilassante passata pedalando senza bagagli al seguito e sotto il sole, ammirando il panorama. La sera ceniamo in un bel ristorante per concludere in bellezza.

Romantic Strasse 06

13° Giorno

Tempo brutto. PIOVE, tanto per cambiare. Dopo colazione prendiamo l’auto ed andiamo a visitare le cascate del Reno, in Svizzera. Sono le cascate più ampie in Europa, sono veramente imponenti.

14° Giorno

Continua a piovere, decidiamo di rientrare in Italia, scelta azzeccata visto che il giorno seguente  il maltempo ha fatto uscire dagli argini fiumi e torrenti anche in Austria e in Svizzera. L’alluvione paralizzò queste regioni per qualche giorno provocando danni ingenti e vittime.

Nonostante la pioggia ci ha accompagnato, questo tragitto è davvero piacevole. Non è molto impegnativo e con un minimo di preparazione tutti possono visitare questa regione in bicicletta. La ciclabile è ottimamente segnalata e la recettività è notevole tra alberghi e bed and breakfast, potete trovare la sistemazione che più vi aggrada senza prenotare.

Buona pedalata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 commenti su “Romantische Strasse in bicicletta

  • Giorgio

    Ciao,
    sto progettando il tuo stesso percorso (o più facilmente una parte di questo) con la mia ragazza. Volevo chiederti una spiegazione/consiglio su dove lasciare la bici mentre si visitano le varie attrazioni.
    Io sono dal Trentino e quindi natura, paesaggi e ciclabili immerse nel verde non mi mancano. La mia idea era più che altro visitare la Baviera ed i vari castelli (Neuschweinstein in primis). L’unica cosa che mi frena un po’ dal farla in bici e non in macchina e sul come gestire la bici/bagagli in luoghi in cui la bici non può entrare.
    Voi come avete fatto?

    In attesa di una risposta,
    Buona giornata,
    Giorgio

    • Oxigen L'autore dell'articolo

      Ciao Giorgio, noi eravamo attrezzati con un classico lucchetto e una catena che usavamo per legare le bici insieme. Considera che abbiamo trovato sempre persone del luogo molto disponibili ed in alcuni casi, chiedendo gentilmente, ci concedevano di lasciare le bici in luoghi sicuri mentre visitavamo le varie attrazioni della regione, oppure le legavamo in prossimità della biglietteria chiedendo se potevamo lasciarle senza arrecare disturbo. Le nostre tappe erano anche progettate in modo di pernottare nelle località che intendevamo visitare riuscendo cosi a lasciare le bici in albergo e muoverci liberamente. Abbiamo visitato la tua regione anni fa ed abbiamo riscontrato la stessa attenzione e rispetto verso i ciclisti. Noi non abbiamo mai avuto problemi e nessuno ha mai toccato nulla, ma ovviamente bisogna prendere le dovute precauzioni.
      Se hai bisogno di altri consigli chiedi senza problemi.
      Ciao
      Roberto

  • Valentino

    Ciao.
    Sono appena tornato da un super ciclo-viaggio in Baviera con mia moglie e, per quanto riguarda la Romantiche Strasse, ci è stato molto utile il tuo reportage. Per questo volevo ringraziarti, anche perchè è fatto molto bene.
    Noi, arrivati a Wurzburg, siamo andati a Bamberga e poi siamo scesi verso sud fino ad incrociare il tragitto della R.S. a Donauworth e da qui verso ovest a Dillingen, poi di nuovo verso sud passando da Marktoberdorf e quindi al punto di partenza al lago Hopfen.
    Quando siamo arrivati a Fussen, dove pensavamo di lasciare l’auto, diluviava, allora abbiamo cercato una sistemazione per partire il giorno successivo e siamo finiti a questo bel laghetto per stare lontani dal casino di Fussen.
    Così per tutto il tempo abbiamo lasciato l’auto nel parcheggio libero accanto all’hotel.
    Abbiamo pedalato per 14 giorni, dal 12 al 25 agosto, per complessivi 960 km e 6200 m di dislivello e, fortunatamente, non abbiamo mai preso pioggia.
    Ciao e grazie ancora.
    Valentino

    • Oxigen L'autore dell'articolo

      Ciao Valentino, avete fatto davvero un bel ciclo-viaggio, con una distanza ed un dislivello niente male. La Germania offre veramente molte ciclopiste che permettono di fare dei viaggi stupendi. Tra l’altro uno dei prossimi ciclo-viaggi, che io e mia moglie vorremmo affrontare, e partire da Vienna ed arrivare a Berlino passando per Praga. Ci sono ottime piste ciclabili, famose in tutta europa, che permettono questo tragitto.
      Ti ringrazio dei complimenti, è per me un piacere condividere esperienze di viaggio cercando di dare informazioni utili.
      Buone pedalate
      Roberto

  • Massimo

    Buonasera a tutti, mi sapete dire come avete fatto con le bici ed i treni? Da quanto ho saputo le bici possono essere caricate solo sui regionali, vi risulta vero?
    Grazie

    • Oxigen L'autore dell'articolo

      Ciao Massimo, si abbiamo dovuto prendere dei treni regionali che avevano lo scomparto apposta per le bici,.