Spagna



Spagna

Siamo stati diverse volte in Spagna, girandola nel 1980 in autostop passando molte ore sulle strade ad aspettare un passaggio, o un capodanno a Barcellona nel 1999, nel 2004 quando abbiamo visitato il Portogallo, e più recentemente percorrendo il Cammino di Santiago in bicicletta.

Ma nel Agosto del 1984 ci sono stato un mese girandola in lungo e in largo con la mia mitica fiat 127 arancione percorrendo più di 6000 Km, qui racconterò questo viaggio.

La prima tappa obbligata fu Barcellona, una città stupenda ricca di vita e di monumenti da vedere. Per ambientarsi ed assaporare questa città bisogna cominciare dalla Ramblas, una lunga passeggiata che dal porto si inoltra fino a Plaça della Catalunya, frequentata in ogni ora del giorno e della notte da passanti, turisti, artisti di strada, banchetti, dimostrando che questa città non dorme mai. Tra le cose che mi hanno colpito di più a Barcellona, sicuramente la Sagrada Familia è stata quella che ha avuto un impatto maggiore.

Spagna 01

Spagna 02

Si tratta dell’opera più bella realizzata dal grande architetto-artista Gaudì. Nonostante ci abbia lavorato per oltre 40 anni e, dopo di lui, altri architetti abbiano continuato i lavori, è un’opera ancora incompiuta, oggi solo il 55% dell’opera immaginata da Gaudì è stata completata. Sempre di Gaudì non dovete perdervi la  Casa Batlló e la Casa Milà, due delle opere più rappresentative del modernismo e di tutta l’arte di Gaudì, anche passare qualche ora al coloratissimo Parc Guell non vi deluderà. A Barcellona ci sono molti musei interessanti, io visitai quello di Picasso, se amate questo artista non potete perderlo.

Dopo Barcellona ci siamo spostati lungo la costa sino a Valencia, una bellissima città, patria della paella tipico piatto spagnolo. Da non perdere il Palacio del Marqués de Dos Aguas con la singolare facciata barocca  riccamente ornata e l’interno di una bellezza strabiliante. Durante la visita della città abbiamo avuto modo di assistere alla Feria, una festa locale con carri e gente in costume, un’esplosione di suoni e colori.

Spagna 09

Spagna 06

La tappa successiva fu Granada, in questa bellissima città dovete assolutamente visitare l’Alhambra e il Generalife, la fortezza e il palazzo dei re della dinastia Nazarí. Le sue splendide sale e i suoi rigogliosi giardini sono la massima espressione dell’arte musulmana in Europa. Vista la grande estensione del complesso e la suggestiva bellezza delle sue stanze considerate almeno due/tre ore per la visita.

Spagna 05

Spagna 04

Malaga, capoluogo dell’Andalusia, fu la nostra tappa successiva. Una città molto viva, ricca di monumenti suggestivi e con una vita notturna attiva tutto l’anno. La Catedral, in calcare bianco, progettata in stile gotico da E. Egas, è sicuramente il monumento più importante. In Plaza della Merced troverete la casa natale di Pablo Picasso e nelle vicinanze il museo a lui dedicato, allestito nel Palazzo di Buenavista uno stupendo edificio con richiami moreschi.

Dopo Malaga abbiamo lasciato la costa per raggiungere Siviglia, un’altra città spettacolare nonché caldissima, situata in una conca, in estate raggiunge facilmente i 40/45°, occhio ai colpi di sole, ma qualche sacrificio vale la pena per visitare questa città dove potrete ammirare la più grande cattedrale spagnola, la terza cattedrale più grande del mondo, dopo quella di San Pietro al Vaticano e quella di San Paolo a Londra. É una spettacolare cattedrale gotica di una bellezza architettonica unica. Il suo interno, con le volte altissime, è riccamente decorato e le enormi vetrate con i suoi splendidi mosaici coloratissimi, filtrano la luce creando giochi di colore che ne aumentano il suo fascino. All’esterno potete ammirare la torre Giralda alta 93 metri, un minareto trasformato in campanile nel 1586.

Spagna 12

Spagna 08

Dalla sua cima, che si raggiunge dopo un’interminabile gradinata, si gode una splendida vista su tutta la città. Un’altra spettacolare opera architettonica che vi consiglio di visitare è Piazza di Spagna, una piazza di forma ovale del diametro di circa 200 metri, circondata da una magnifica costruzione con grandi torri a ogni lato e al centro della piazza una bellissima fontana.

Spagna 10

Spagna 11

La sera assistiamo ad uno spettacolo di flamenco ed ammiriamo l’abilità e la passione dei ballerini.

Spagna 18

Spagna 17

Il mattino seguente lasciamo Siviglia per raggiungere il Parque Nacional de Doñana situato a sud a breve distanza dalla costa dell’Oceano Atlantico. Abbiamo seguito un tour con i ranger del parco che ci hanno portato a visitare il delta del Guadalquivir e le zone adiacenti, uno spettacolare alternanza di terre umide con paludi e di terre secche con dune di sabbia finissima. Abbiamo potuto ammirare diverse specie di volatili.

Spagna 14

Spagna 13

Lasciamo il parco, addentrandoci nell’entroterra, sino a Cordoba. La visita della Mezquita di Cordova mi ha lasciato a bocca aperta, è la più alta espressione dell’architettura islamica in occidente.

Spagna 16

La straordinarietà di questa moschea-cattedrale deriva dal fatto che alla bellissima costruzione musulmana si sono aggiunti stili rinascimentali, gotici e barocchi. Fu costruita nel 780, sulla prima chiesa visigota di San Vicente e fu ampliata in varie occasione finché, nel 987, raggiunse le sue attuali dimensioni. Dopo la riconquista di Cordoba da parte dei cristiani, edificarono una cattedrale gotica nel cuore delle delicate navate della moschea. Vi consiglio di visitarla la mattina presto prima che arrivino le orde dei viaggi organizzati. Attorno alla Mezquita si sviluppa il centro storico, e man mano che ci si allontana dal fiume, il centro commerciale. La maggioranza delle contorte viuzze sono zona pedonale e i maggiori punti di interesse sono comodamente raggiungibili a piedi. Lasciamo Cordoba e raggiungiamo Toledo, una stupenda cittadina medievale famosa per l’arte damasca ed il suo artigianato in metallo, le spade e le armature dei cavalieri medioevali si possono acquistare nei negozi del centro storico. La bellissima cattedrale gotica ospita all’interno, un museo con quadri di el Greco e lo stupendo quadro di Caravaggio, il San Giovanni Battista. Purtroppo per un inconveniente all’automobile abbiamo dovuto fermarci un paio di giorni per la riparazione, questa sosta ci ha impedito di vedere Madrid per mancanza di giorni disponibili, inoltre in un parcheggio ci hanno aperto l’auto portandoci via parte dei bagagli, fortunatamente eravamo alla fine del viaggio. Abbiamo terminato la nostra vacanza attraversando l’entroterra ammirando panorami spettacolari sotto un sole cocente e temperature infernali.

Spagna 07

Spagna 03

Spagna 15

La Spagna è una terra che non lascia indifferenti, offre bellezze naturali, monumenti unici, città ricche di storia, mare e vita notturna accompagnata da un ottima cucina. Tutti troveranno qualche motivo per visitarla. Devo segnalare che tutte le volte che sono stato in Spagna mi hanno rubato qualcosa o aprendomi l’auto (di giorno) o aprendomi i bagagli con destrezza. Raccomando di fare molta attenzione per evitare di farsi rovinare il viaggio.

Informazioni Utili

sspa bspa

 

 

Nome in lingua locale: Espana  Reino de Espana

Governo: Monarchia costituzionale

Superficie (Km²): Km 505.992

Popolazione: 39.400.000

Densità della pop: 78 ab. Per Km2

Capitale: Madrid

Lingue utilizzate: Spagnolo (uff.) Basco, Catalano, Gallego

Religioni: Cattolici 85 %, atei e agnostici 10%, altri cristiani 2%, musulmani 1%.

Gruppi etnici: Spagnoli (compresi Catalani, Galleghi e Baschi) 96%, Europei 1,3%, Marocchini 0,6%, Ecuadoriani 0,5%, Colombiani 0,4%, altri 1,2%

Moneta: Euro (Peseta)

Fuso orario: +1 in inverno e +2 in estate

Prefisso telefonico: 0034

Corrente elettrica: 220V 50 Hz C , F

Ambasciate e consolati in Italia:
L.go fontanella Borghese, 19 00186 Roma Tel.06/6878172 Fax06/6876258

Ambasciate e consolati in loco:
Madrid Calle Lagasca, 98 – 28006 Madrid
Tel. 0034 914233300
Fax 915757776

Documenti necessari per l’accesso:
Per i cittadini appartenenti all’Unione Europea è sufficiente la carta d’identità e non è richiesto il visto

Itinerario

Itinerari Spagna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.